Una tazza di tè con... Geneto


Conosciamo Koji Yamanaka, fondatore dello studio Geneto.

Ci siamo appassionate al suo lavoro dopo aver visto il progetto YMT-House in cui la distribuzione volumetrica degli spazi dell'abitare creano un gioco di dislivelli che si intersecano con armonia. L'architettura diventa distribuzione, contenitore, arredo...

Nei progetti cari al progettista, come ad esempio L'angolino,

l'architetto ha cercato di progettare un ristorante italiano iconico che costituisse una novità per il contesto, realizzando una forma inedita. Mentre per TANADA Piece Gallery le varie funzioni sono state disegnate creando vari saliscendi sul pavimento, da qui il termine Tanada (ovvero campi di riso terrazzati). Ogni suo lavoro si pone a servizio delle varie esigenze della committenza e dell'uso che verrà fatto di quello spazio.

 

Iniziamo con la prima domanda per rompere il ghiaccio: come lo prendi il tè?

Beh, di solito bevo caffè tutti i giorni.

Ma se ho un ospite, offro il tè giapponese. Tè giapponese pregiato e costoso.


Ad oggi quale ritieni essere il tuo lavoro più significativo e rappresentativo del tuo approccio progettuale? C'è un progetto che ritieni emblematico per raccontare chi sei?

I progetti più importanti della mia carriera sono TANADA Piece Gallery, Scan e L'angolino.

Prima e dopo la laurea, ero molto interessato allo spazio in senso fisico, in quanto l'architettura in sé non riesce, a mio avviso, a creare un vero ambiente ricco per le persone in cui mescolare diverse scale, materiali e oggetti (ad esempio vestiti e mobili). Mi sembra che lo spazio, se fosse attento a questi aspetti, si arricchirebbe. Pertanto, i tre progetti che considero come rappresentativi del mio lavoro, sono completamente diversi per struttura, scala e programma, ma si tratta di realizzazioni cariche dei valori che voglio trasmettere con il mio lavoro, con il progetto di GENETO.

Geneto_ TANADA piece gallery : Photo ©Kenichi Higuchi


Geneto_ L’angolino: Photo ©Yasutake Kondo


Quale ritieni essere un progetto (di altri) determinante per il tuo percorso professionale? Chi ritieni essere il tuo maestro o un riferimento importante per il tuo lavoro?

Ci sono diverse opere che ritengo interessanti come progetti in generale, e non solo per un architetto specifico. Riflettendo sul mio lavoro, la comprensione dell'importanza dell'ambiente, credo sia un aspetto fondamentale del mio approccio progettuale.

Ad esempio, ho imparato fin da bambino che non è possibile costruire in luoghi impervi come le montagne, questo per tutelare l'ambiente naturale, o in luoghi in cui sono presenti radici di grandi alberi, che verrebbero danneggiati. Avere cura di questi aspetti ha influenzato, e influisce ancora oggi tutti i miei progetti.

Geneto_ Scan: Photo ©Masato Kawano (Nacasa&Partners)


Quale ritieni essere la direzione per l'architettura giapponese della casa per il futuro?

I cambiamenti climatici, l'invecchiamento della popolazione, l'evoluzione delle nostre abitudini quotidiane dovute alla pandemia, quali mutamenti possono influenzare gli spazi dell'abitare per il domani e in che modo?

Credo che la pandemia possa diventare "causa" dello sviluppo abitativo. In particolare le case dovranno adattarsi per il lavoro a distanza e quindi prevedere spazio adibito alle attività non domestiche.

Facendo riferimento al passato, alla storia dell'edilizia abitativa in Giappone, la vita e le case delle persone hanno risposto in modo flessibile a vari fattori tra i quali, ad esempio, le epidemie e l'occidentalizzazione dopo l'apertura del Paese.

La pandemia da Covid-19 ha avuto un ruolo importante sulla necessità di adattare allo spazio domestico il proprio ambiente di lavoro, andando ad influire, di conseguenza, sui rapporti con gli altri componenti del nucleo familiare e sul tempo trascorso assieme.

Alcuni anni fa in Giappone, ogni azienda doveva realizzare una "riforma dello stile di lavoro"* sotto la spinta del governo, e i risultati hanno permeato la società giapponese di oggi - con tutti i pro e i contro.

Tuttavia, durante questa pandemia, si è capito che si deve cercare di superare questi aspetti, andando oltre, e cercando una nuova quotidianità che integri con sinergia casa e lavoro.


* Riforma dello stile di lavoro (働き方改革)- Considerando il declino della popolazione attiva, è importante promuovere riforme dello stile di lavoro per aiutare le donne e i lavoratori anziani a svolgere ruoli più attivi - nella società - oltre ad aumentare i salari.


 

Geneto - koji YAMANAKA 

1979 Born in Kyoto, Japan

2000 Graduated from BA Architecture at Kyoto Seika University

2004 Found GENETO architects office

2014 to present : Associate professor at Osaka Seikei University.


add: 3F Furukawa Bldg., 466 Miyagi-cho, Nakagyo-ku, Kyoto, 604-8275 mail: info(at)geneto.net URL: https://geneto.net/

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti